In Maschera

Febbraio 2013.

 

Nelle culture arcaiche la maschera, quasi sempre accompagnata da pitture sul corpo, viene utilizzata sia per la pratica dei rituali sciamanici sia in situazioni di caccia o di guerra. In teatro l’uso della maschera per definire il personaggio prevede un costume che veste il corpo e nel teatro greco antico oltre a caratterizzare il personaggio la maschera ha una funzione di macchina scenica in quanto amplifica la voce dell’attore. In svariate situazioni la maschera viene usata per celare la propria identità. Per metafora “indossare una maschera” indica la varietà degli atteggiamenti che assumiamo nelle diverse situazioni della vita. La maschera di Pirandello propone l’enigma dell’essere e dell’apparire alla coscienza del ’900. “Nascondi chi sono, e aiutami a trovare la maschera più adatta alle mie intenzioni” William Shakespeare.